In difesa della Costituzione

Oggi venerdì 1 giugno, a partire dalle 18:00, l’Associazione Enzo Tortora Radicali Milano ed il Gruppo Consigliare +Europa con Emma Bonino in Lombardia parteciperanno in Piazza della Scala a Milano nella manifestazione in difesa delle prerogative istituzionali del Presidente della Repubblica.  Il Presidente, nelle sue prerogative di garante della Costituzione Italiana non ha accettato di nominare un ministro che ha teorizzato l’uscita dall’Euro, argomento non trattato in campagna elettorale né dalla Lega né dal Movimento 5 Stelle. Pertanto, l’intervento del Presidente, che ha ribadito l’importanza del ruolo dell’Europa nella tenuta della stabilità economica e fiscale italiana, non può essere considerato un commento politico, ma di metodo istituzionale nel rispetto della Costituzione e dei trattati europei.

La difesa della Costituzione non può, però, limitarsi ad una mera risposta alla provocazione del momento; deve riaffermare la tutela dello Stato di Diritto nel suo complesso, dall’interno delle sedi istituzionali. Da quarant’anni denunciamo la violazione dei dettami costituzionali, evidenziando la differenza che intercorre tra la Costituzione formale e la sua interpretazione distorta appannaggio della partitocrazia. La manipolazione delle regole non si traduce solo nelle accuse rivolte al Presidente della Repubblica: è evidente che gli effetti si ripercuotano anche e soprattutto sull’informazione pubblica, attraverso la trasformazione del servizio pubblico radiotelevisivo non solo in un organo di partito nel merito, ma anche sempre più simile ai social media nel metodo. Ciò determina la violazione della parità di accesso di tutte le forze politiche agli organi di informazione e l’impossibilità di porre domande o di instaurare un contraddittorio. Questa stessa parità di accesso verrebbe poi totalmente preclusa nel caso di elezioni immediate dalla legge elettorale in vigore, che riporterebbe i cittadini alle urne senza dare il tempo di impostare la raccolta delle firme in capo a quelle liste che non sono, ad oggi, presenti in Parlamento.

Proprio per questo, durante la manifestazione di questa sera a Milano, e contestualmente in quelle di Bologna e Napoli, lanceremo l’appello di Radicali Italiani “Cento Piazze per l’Europa, la Democrazia e la Libertà” rivolto a tutti quei cittadini che credono nella democrazia, nella società aperta, nella collaborazione, nello Stato di diritto e vogliono respingere con forza, come risposta concreta al caos politico-istituzionale di queste ore, le derive sovraniste e anti auropeiste che stanno investendo il nostro paese,

Il testo dell’appello è disponibile a questo link.